UVX

Vado su Marte…

Vado su Marte

Quarto del sistema solare, Marte è anche noto con il nome di ‘pianeta rosso’ per via del colore, dovuto all’ossido di ferro (ruggine). La sua atmosfera, molto diversa dalla nostra, si compone del 95% di Anidride carbonica (CO2), mentre la rimanente parte è costituita da azoto, argon e pochissimo ossigeno.

Caratteristiche di Marte

Il clima è più simile a quello della terra rispetto alle temperature che si trovano su altri pianeti del sistema solare. Le temperature variano tra i -140 gradi centigradi d’inverno e i 20 gradi d’estate. La grande escursione termica è dovuta a due fattori principali. Il primo riguarda l’elevata distanza dal sole (che è giusto il doppio rispetto alla distanza che la Terra ha dal sole), per cui Marte ha una rivoluzione intorno alla stessa stella che dura due anni terrestri, con le stagioni che hanno doppia durata rispetto alle nostre. Il secondo è l’atmosfera marziana, molto più sottile in confronto a quella della terra, che non riesce a trattenere il calore come avviene sul nostro pianeta.

Su Marte, inoltre, l’acqua non può diventare liquida a causa della bassa pressione atmosferica, ma è presente sotto forma di vapore. Alcuni meteoriti caduti nell’Antartide, al Polo Sud, negli anni 80 presentano caratteristiche chimiche molto simili a quelle del suolo marziano. Numerosi studi specialistici sui frammenti hanno stabilito che, circa quattro miliardi di anni fa, su Marte erano presenti nanobatteri simili a quelli che vivono sulla Terra. L’ultima recente scoperta di metano sul Pianeta rosso ha ridato forza all’ipotesi che altre forme di vita possano nascere di nuovo su Marte.

C’è vita su Marte

Il robot Curiosity, che analizza l’atmosfera marziana ha scoperto tracce di presenza regolare di gas metano sul pianeta rosso. Alla sua origine ci potrebbe essere l’attività di microbi, ossia sostanze organiche. La straordinaria scoperta apre la strada a nuove ipotesi circa l’evoluzione della vita su pianeti diversi dalla Terra, anche se le emissioni sembrano troppo scarse per dare inizio alla nascita di forme biologiche. Da sempre i pianeti che fanno parte del Sistema Solare rappresentano motivo di grande fascinazione per gli abitanti della terra; la domanda se ci sia vita o meno sugli altri pianeti è da sempre al centro del dibattito scientifico.

Il pianeta rosso, in particolare, è quello che più di tutti secondo gli studiosi può ospitare la vita: la presenza dell’acqua, del metano ma anche di condizioni atmosferiche molto simili alla terra fa di questo pianeta il più adatto alla formazione di vita. Alcune foto scattate dalla Nasa, non a caso, hanno fatto pensare che il pianeta fosse occupato anche da chiazze di vegetazione. La spiegazione dell’ente spaziale statunitense, dopo un’attenta analisi, chiarisce però che dovrebbe trattarsi solo di un’illusione ottica.